Differenza tra occhiali 3D attivi e passivi  

Mi è stato chiesto di chiarire la differenza tra occhiali 3d attivi e passivi e quale tecnologia scegliere in fase di acquisto di un televisore 3D .

Anche per i meno esperti è facile distinguere gli occhiali 3D attivi da quelli passivi . La differenza è nel peso, nella forma e nella comodità una volta indossati .

Gli occhiali attivi sono così chiamati perché non recepiscono semplicemente le immagini, ma svolgono un ruolo attivo per mostrarci le immagini 3D.  Questi occhiali sono dispositivi con un otturatore che si occupa di chiudere alternativamente la luce per ogni occhio a una velocità di 60 volte al secondo (60Hz).

Per poter svolgere questo lavoro c’è un meccanismo all’interno della montatura degli occhiali che deve contenere anche le necessarie batterie interne . Da qui il peso maggiore ed anche la necessità di dover ricaricare periodicamente le batterie per poterli utilizzare.

La tecnologia 3D Passiva utilizza occhiali più leggeri, senza elettronica, solo  con lenti polarizzate simile al tipo che si usa al cinema.

Rispetto alle lenti attive, gli occhiali passivi sono economici, leggeri e confortevoli.  Ma quando si tratta di qualità dell’immagine, affermano i sostenitori della 3D attivo, non si ha una vera e propria esperienza ad alta definizione in 3D, perché il passivo priva le immagini di mezza risoluzione.

Infatti per il 3D passivo le lenti utilizzano un filtro polarizzato a linee alternate che permettono di vedere solo la luce con una certa inclinazione .

L’ occhio sinistro vede le linee dispari, mentre l’occhio destro vede le linee pari, alternate ad una velocità di 120 volte al secondo (Hz).  Per questo motivo si dice che la tecnologia passiva 3D è solo “a metà risoluzione”.  Un display HD da 1080 linee di risoluzione verticale in un dato momento mostra solo 540 linee, la metà.

I produttori che hanno puntato sulla tecnologia passiva come LG e Vizio dicono che se anche ogni occhio vede solo 540 linee di risoluzione, il cervello unisce l’immagine recepita da ogni occhio in una sola immagine da1080P e quindi riceve la risoluzione full HD.

Comunque non c’è una tecnologia migliore dell’altra, o perlomeno ancora non c’è una risposta definitiva.

Però tra i grandi produttori solo LG sembra credere fino in fondo alla tecnologia passiva, mentre Sony, Panasonic e Samsung stanno lavorando insieme per creare uno standard unificato con tecnologia attiva.


Differenza tra occhiali 3D attivi e passivi ultima modifica: 2011-08-30T15:14:28+00:00 da admin-Salvatore

Written by admin-Salvatore on agosto 30th, 2011 # Filed under accessori 3d, Tv 3d # 38 Comments #

38 Responses to “Differenza tra occhiali 3D attivi e passivi”

  1. Mark ha detto:

    Mi spiace contradire chi ha scritto la recensione ma ho visionato tutte le marche dei maggiori produttori che hanno puntato sul 3d attivo e dopo circa 10′ di visione di un film avevo male alla testa accompagnato da senso di nausea ho visto funzionare LG 3d passivo e lo anche acquistato il 55LW650G ha una definizione oltre l’immaginabile e riesco a visionare anche due film senza avere l’inconveniente del senso di nausea con male alla testa potrà dirmi ” è soggettivo” ma le garantisco che tutte le persone che hanno assistito alla visione del film sono state concordi con quanto ho detto, mi chiedo se chi a recensito l’articolo si è premunito di visionare entrambe le tecnologie per giungere al giudizio “CHE NON ESISTE TECNOLOGIA MIGLIORE FRA L’ATTIVO E IL PASSIVO”, grazie dello spazio concessomi.
    Mark

  2. Salvatore-admin ha detto:

    I commenti critici sono la vita di blog e forum, quindi benvenuto.
    Sul senso di nausea purtroppo devo darti la risposta che hai anticipato: è soggettivo.
    D’altra parte 9 televisori 3d su 10 hanno la tecnologia attiva e se tutti gli acquirenti avessero il senso di nausea la cosa sarebbe nota ed il mercato ne avrebbe risentito.
    LG non è proprietaria della tecnologia passiva, è conosciuta ed utilizzabile da tutti. In effetti è la stessa che viene utilizzata in tutti i cinema 3D. Se fosse esplicitamente e nettamente migliore anche gli altri marchi l’avrebbero utilizzata senza andarsi ad impelagare nei problemi della tecnologia attiva. Se tutti gli altri hanno fatto questa scelta una motivazione seria ci deve essere .
    Non esiste una tecnologia migliore dell’altra significa anche che in determinate valutazioni la tecnologia LG passiva è migliore dell’altra.

  3. Alberto ha detto:

    Concordo pienamente con Mark. La ns azienda sta valutando proprio in questi giorni la tecnologia da adottare per la produzione di contenuti 3D (facciamo riprese di spettacoli di opera e balletto classico) e io stesso ho visto la differenza tra tecnologia attiva(dopo 10 min ho dovuto smettere) e passiva (ho visto tranquillamente un’ora e mezza di belissimo spettacolo). Secondo me non c’è storia, tanto più che gli occhiali attivi costano, vanno ricaricati periodicamente (sai che menata…) e non puoi mica tenerne 10 paia in casa. Invece gli occhiali passivi sono molto + economici, leggeri, e se ti cadono per terra non si rompono!

  4. Andrea ha detto:

    Io non ho ancora visto un film 3D, spero proprio di non soffrirne, ma credo che questa soggettività della nausea sia una percentuale più alta di quel che si vuol far credere, perché ce l’ha pure un amico con gli occhiali attivi. Non credo proprio che chi ne soffre siano mosche bianche, e il fatto che la maggioranza dei produttori abbia sposato la tecnologia attiva, non significa che sia per motivi di maggiore qualità, ma piuttosto per fattori economici.

  5. Salvatore-admin ha detto:

    Il discorso della maggiore convenienze economica non sta in piedi. Gli occhiali attivi costano di più sia per i produttore che per i consumatori. è tutta elettronica in più, sia negli occhiali che per il collegamento con il televisore.
    Sicuramente almeno all’inizio la si è vista come la tecnologia migliore.
    Adesso, se leggete l’ultimo articolo pubblicato sulla classifica dei migliori tv 3d di Pcworld il noto sito di informatica afferma che il gap di qualità tra attivo e passivo si è ridotto, che non notano differenze tra il 3d attivo e passivo (a parte la luminosità) ed assegna la palma del vincitore ad un tv a tecnologia passiva di LG

  6. Andrea ha detto:

    Ho letto la classifica e sono contento che si stia invertendo la tendenza. In effetti pensavo che volessero come al solito far soldi vendendo gli occhialini attivi, non ci sarebbe stato tanto da scandalizzarsi a pensarla così. Però mi domando com’è possibile che all’inizio abbiano preso una svista così colossale, credendo che la tecnologia attiva potesse essere la migliore, quando gli occhiali passivi erano ormai usati da tempo nei cinema. Di sicuro questi ingegneri non hanno niente da invidiare a quelli di ferrari e ducati, per le loro scelte a dir poco scellerate, e aver fatto buttare soldi a migliaia, forse anche milioni di famiglie.

  7. Alex ha detto:

    Ciao, stò guardando in questo istante il secondo film 3D di fila, con tecnologia attiva. Il televisore lo stavo comprando a Luglio, alla fine dopo tre mesi di ricerche, di prove, di stressare i commessi di vari negozi, ho confermato la scelta di luglio. Ora se volete confrontare attivo contro passivo, verificate il meglio di una con il meglio dell’altra, vedrete che l’attivo è l’attivo, non una cantonata presa dai produttori.

  8. Fabrizio ha detto:

    ciao, beh devo dire che questa discussione mi interessa molto, perche in questi giorni sto valutando l’aquisto di un tv 3D da 55 pollici……mi sto guardando in giro, e, innanzitutto, vorrei fare una precisazione, visto che questo tipo di mercato e’ in continua evoluzione, e un paio di mesi sono molto tempo…adesso sul mercato 3D passivo ci si e’ buttata anche la PHILIPS, e non solo LG
    e ci terrei a far notare (io sono orientato sul passivo lg) che non e’ solo il costo degli occhiale (attivi sui 100 euri e passivi sui 15 euri !!!!!) ma anche i prezzi dei tv sono differenti, io ho notato che i tv con tecnologia attiva siano leggermente piu cari che quelli con tecnologia passiva…………….
    comunque per ora non ho ancora nilla !!!

  9. GUS ha detto:

    buongiorno a tutti !!anch’io sono uno di quelli he dopo 10 minuti devo “mollare” il film in 3d per forti mal di testa e nausea!!!!!!!!!mi sono comprato questo inverno un 42lx68oo,un bel televisore ma non posso usarlo in 3d !!!pero’ io chiedo :e’ possibile usare degli occhiali passivi al posto degli attivi per la stessa tv??? a prescindere dalla differenza di qualita’(se e’ esiste,ma ne dubito) !!!

  10. Salvatore-admin ha detto:

    No GUS, i due sistemi non sono compatibili . Utilizzano un modo di selezionare le immagini per l’occhio giusto completamente differente . Non puoi usare occhiali passivi con una tv 3d ‘attiva’.

  11. GUS ha detto:

    Lo immaginavo, ma ci speravo ! grazie.
    Vendesi TV 3D LG 42 pollici ancora in garanzia. Qualcuno lo vuole (SIC)???

  12. gigi ha detto:

    ho acquistato anch’io lg lw 55650 g devo dire che una figata risoluzione pazzesca luci suoni colori veramente tanta roba sicuro occhiali passivi anche tre ore senza nessun tipo di problema ne alla testa ne agli occhi e io porto gli occhiali da vista.
    saluti

  13. gigi ha detto:

    fabrizio aquista tranquillo passivo…ciao

  14. Fabrizio ha detto:

    bene ragazzi…grazie dei consigli, ma purtroppo (se cosi’ si puo’ dire…..) mia moglie ha pensato bene di farmi una sorpresa comprando il nuovo Panasonic 50 plasma di ultima generazione….attivo…..vabbe pazienza come si dice, chi si accontenta GODE !!!!!!

  15. Fabrizio ha detto:

    ….un altra cosa……..io ho comunque visionato sia attivi che passivi….e a me, per quanto riguarda gli attivi, non mi provocano alcunche’……secondo me e’ una cosa mooolto soggettiva, anche perche’ alla fine chi si lamenta e chi scriva, ma se scrivessero coloro che non hanno problemi con gli attivi ????!!!! allora quanti messaggi avremmo ???

  16. riccardo ha detto:

    ciao a tutti per quanto riguarda la ps3, secondo voi sono meglio gli attivi o i passivi? ragionando logicamente sono portato a pensare siano meglio gli attivi in quanto la produttrice è sony, e quest’ultima sfrutta gli attivi! voi come la pensate?

  17. uppo ha detto:

    il 3d passivo è una ciofeca di 3d… perdi metà e dico metà risoluzione e vedi l’immagine a righe orizzontali, anche a stare lontano le vedi, per non parlare della luminosità e del colore (e come giocare a un gioco con ps3 a 720p senza aa e dx11 contro lo stesso gioco a 1080p con tutti i filtri al max e con le dx11 abilitate )!!!! non c’è storia il 3D attivo è il top ! per il mal di testa-nausea è un’altra cacchiata, basta solo abituarsi ! vabbè questo è il mio parere ( e quello di samsung, sony, panasonic etc etc ) ciauz

  18. krakra ha detto:

    la sony credeva anche nel miniDisk, video8, ecc… tantissime cose che hanno provato a spingere senza tanto successo… se una multinazionale famosa cerca di spingere un prodotto è perchè deve rientrare nella spesa della ricerca e deve svuotare i magazzini prima di allinearsi verso la soluzione migliore (3D passivo)… 🙂
    Mi fido di più di tutti i cinema del mondo più di quello che dice la Sony…

    🙂

  19. kris ha detto:

    ragazzi sono molto confuso,vorrei comprare un televisore 3d ma non sono molto competente,innanzitutto e’ meglio al plasma o lcd?al plasma sembra costino di meno…inoltre leggo tanti pareri discordanti tra 3d attivo e passivo..va a finire che li devo comprare tutti e due eheheh,certo che spendere 120 euro per un paio di occhiali..meglio comprarli di gucci

  20. Salvatore-admin ha detto:

    La tecnica di riproduzione del video al cinema ed in televisione è completamente diversa e non puoi confrontarle.
    Se il 3d passivo al cinema funziona bene non è detto che hai lo stesso risultato con il 3d passivo della televisione.
    Sui tentativi di Sony falliti sono daccordo, ma Sony ha sempre impostato il mercato in questo modo: vuole imporre i suoi brevetti proprietari. A volte riesce, a volte no.

  21. Salvatore-admin ha detto:

    La miglior cosa è che tu vada in un centro commerciale, un grande negozio di elettronica, e ti piazzi davanti ad un 3D attivo, un 3D passivo e guardi quello che ti piace di più .

    Per la differenza tra LCD e Plasma leggi questo articolo: http://www.latv3d.it/2011/08/20/qual-e-migliore-tra-led-e-plasma-confronto-su-energia-consumata-angolo-di-visione-e-costo/

  22. krakra ha detto:

    li faranno mai occhiali 3D passivi o attivi graduati secondo voi?

  23. Salvatore-admin ha detto:

    Occhiali 3D attivi graduati già ci sono . In genere sono prodotti da terze parti, non dallo stesso produttore del tv . 3D passivi non lo so, ma certamente per la particolarità della lente sono più difficili da realizzare.

  24. monica ha detto:

    per chi porta gli occhiali da vista non c’è storia: PASSIVO! provati gli occhialini clip di LG montati sui miei occhiali da vista come le clip da sole, eccellenti e costo ridicolo.

  25. Alex ha detto:

    Attivo o passivo, il 3D non ha MAI funzionato e MAI funzionerà. Per chi conosce l’Inglese, quì c’è un interessantissimo articolo di Ebert (noto produttore cinematografico/sonoro), che spiega perchè il 3D non funzionerà mai con i nostri occhi/cervelli: http://blogs.suntimes.com/ebert/2011/01/post_4.html

    Detto questo, finchè i produttori di TV e contenuti 3D non investono i loro fondi su ricerche scientifiche approfondite, per regalare un’esperienza mozzafiato senza mal di testa, nausee, e altri disturbi agli spettatori/consumatori che vogliono il 3D in casa, rimarrà sempre uno specchietto per le allodole, una non-tecnologia innovativa che non serve assolutamente a niente, e che “regala” solo mal di testa e disturbi che si potrebbero evitare, specialmente quando si tratta di vedere un film. 1/4 della popolazione mondiale ha mal di testa, nausee e altri disturbi, appena vede contenuti in 3D per 10 minuti. E questo dato, conferma, appunto, quanto scritto da Ebert sull’articolo.
    Quindi, a prescindere che sia tecnologia attiva o passiva, NON FUNZIONA. Punto e basta. E il discorso della soggettività non fa assolutamente una piega.
    Vedere un film/una trasmissione in 3D è scomodo, inconveniente, ed estremamente superfluo. Tanto fumo, poco arrosto.
    Questa non è innovazione, ma è riproporre una non-tecnologia “preistorica”, pomparla di marketing, nella speranza di pescare qualche “pesce” insoddisfatto, che non sa dove buttare i suoi soldi, per sentirsi “vivo” o, in qualche modo, “completo” (per farsi “figo”, insomma).
    Non c’è storia: un LCD IPS rimane attualmente la miglior tecnologia che si può avere in termini di qualità d’immagine, riproduzione colori e angoli di visualizzazione.
    Il resto è solo uno specchietto per le allodole.

  26. mark ha detto:

    1° Ho il 3d non per sentirmi FIGO ma perché sono appassionato di cinema e sono un fan del 3d RealD (tecnologia passiva).
    2° Ho visionato intere ore di film e il passivo non mi ha creato né senso di nausea né male alla testa come l’attivo (anche se dicono che è soggettivo)1/4 della popolazione mondiale al male di testa per altri motivi, guerre, aids, mancanza di posti di lavoro, fame non penso che 1.750.000.000 persone si preoccupi per il 3d.
    3° Per provare se un barattolo di marmellata ti piace lo devi provare e da come parli e critichi probabilmente non hai visto un film in 3d per goderne in pieno gli effetti, se hai accettato il suono stereo con tutta l’evoluzione che ha avuto lo stesso è per l’immagine dal bianco e nero al colore alla stereoscopia dove la profondità ricrea la dimensione e la sensazione d’immergersi nelle scene, non amo il calcio ma o visto una partita in 3d ed è stata spettacolare come lo sono i concerti e i documentari non puoi non notarne la differenza inoltre dire che il 3d non è un’innovazione è uno sproloquio… ma ti sei seduto a vedere un film… un titolo a caso AVATAR per dire che non funziona, che non serve che non si nota la differenza!
    4° a me quello che comunica lo pseudo famoso produttore cinematografico tanto noto che ne sono venuto a conoscenza dal tuo post in risposta ti comunico che registi del calibro di Bertolucci e a ruota tanti altri le prossime opere che metteranno in produzione saranno in 3d.
    Comunque il popolo della rete oggi ha scoperto che il 3D E’ UNA NON TECNOLOGIA PREISTORICA PER PESCI INSODDISFATTI ETC.ETC.ETC.CAPITTOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO parafrasando una nota imbonitrice tv.
    Conclusione sono contento di essere un PESCE ma SODDISFATTO E INOLTRE GODO VEDENDO FILM PARTITE E QUANTALTRO IN 3D!

  27. Alex ha detto:

    Contento tu, contenti tutti.
    Ho avuto modo di testare personalmente il 3D, sia quello Attivo (con tecnologia 3D Vision della NVIDIA e un monitor 3D Samsung, che ho venduto nel giro di 1 settimana), e sia quello Passivo, in qualche centro commerciale.
    Inutile dire che, per me, Attivo o Passivo che sia, non fa una piega. Per me il 3D non funziona e basta…..e non sono l’unico che lo dice (sfogliati siti web specializzati Americani e non Italiani, che non sono altro che copia e incolla di notizie vecchie), e vedi quante persone sono stufe di questo trend per il 3D.
    Tu dici che i mal di testa che ha 1/4 della popolazione mondiale sono causati da altri fattori che non il 3D, ok. Allora spiegami come mai, stranamente, in quasi tutti i blog/siti/forum che trattano di 3D, si trovano, quasi sempre, 5-10 persone che lamentano problemi fisici, dopo che guardano un film/contenuto in 3D, che sia TV3D o Nintendo DS?? Una causa ci deve pur essere.
    Tornando al discorso dello pseudo-produttore, piuttosto che vedere partite di calcio, fatti un pò di cultura, leggi di più. Un paese che non ha voglia di andare avanti, si vede anche dalla scarsa disinformazione e cultura che traspare da ogni singolo cittadino.
    Ebert è stato uno che ha rivoluzionato il cinema con il Surround, e ha vinto anche degli Awards. Quindi, non direi che è così “pseudo”.
    E, comunque, mi dispiace deluderti, ma il numero attuale di possessori di TV3D lascia davvero a desiderare (e ti parlo di statistiche messe in rete lo scorso Dicembre). Tant’è che alcuni broadcasters hanno anche smesso di trasmettere programmi in 3D, visto lo scarso numero di utenti con TV 3D.
    Quindi, stai pure tranquillo che nel giro di un’anno, o 2, massimo, la tua TV diventerà obsoleta. Sarà rimpiazzata dal 4K e UHD (Ultra High Definition) (tecnologie decisamente SUPERIORI al 3D), e nessuno si ricorderà più di 3D e porcherie simili.
    Il passaggio dal stereo al surround, dal bianco e nero al colore, da VHS a DVD, da DVD a HD-DVD e da Blu-Ray a HD in streaming, questa è stata INNOVAZIONE. E sia il 4K e l’UHD saranno altre innovazioni, sicuramente più appetitibili del 3D e della sua scarsa resa di luminosità/contrasto ed effetti fisici.
    Non vedo l’ora che 4K e UHD prendono il sopravvento sul mercato. Fanbrodo al 3D e alle sue nausee, giramenti di testa, e a tutti i suoi difetti. Io voglio sedermi tranquillo sul mio divano, dopo una giornata faticosa di lavoro, senza occhialini di plastica, e godermi un film nella sua più totale naturalezza: dalla trama, ai personaggi, alle riprese, e a quant’altro ancora.
    Che poi, di film in 3D “di qualità”, al di fuori di Avatar, ci sono solo cartoni animati per bambini, e cazzatine di Ezio Greggio e co. Americani, che non valgono neanche i 32 Euro di Blu-Ray che si fanno pagare.
    Una vera boiata pazzesca.

  28. Alex ha detto:

    Si, Alberto, su questo sono d’accordo.
    Ma anche gli sviluppatori/produttori di TV, periferiche 3D, dovrebbero trovare una soluzione DEFINITIVA (come è successo con il Blu-Ray, che ha sconfitto l’HD-DVD), e basarsi solo su un’unica tecnologia/soluzione e migliorarla, nel miglior dei modi, dopo un’accurata ricerca scientifica.
    Cosa mi dici in merito alle “conversioni”/aggiunta di profondità che fanno le TV 3D e vari software per PC sui contenuti 2D?? Non ti sembrano dei veri e propri “specchietti per le allodole”??
    Se gli stessi produttori sanno già che (presumo), che un contenuto 2D convertito in 3D, non è perfetto, e può dare, magari, più problemi di un contenuto 3D girato bene, perchè vendere questa funzione??
    E poi, vogliamo parlare della qualità/performance in 2D di alcune TV, che lasciano davvero a desiderare??
    Al di fuori di alcuni modelli LG, e Sony (che tra l’altro, è attualmente classificata la migliore produttrice di tecnologia 3D, da alcuni utenti), ho solo visto “schifezze”.
    Certo, magari a chi non gliene frega niente della qualità dell’immagine, e non ha un senso di perfezionismo acuto, magari ci passa anche sù e se ne frega. Ma, ciò non toglie che si ritroverà, comunque, con un prodotto “inferiore”, che magari, ha anche pagato tanto.
    Noi siamo solo consumatori, non possiamo fare niente, se non solo “rimproverare” certi atteggiamenti “alla Wanna Marchi” di alcuni produttori. La responsabilità è dei produttori, sia di contenuti che di periferiche/software e quant’altro ancora. Stà a loro trovare una soluzione migliore per tutti.
    E’ inutile che propinano Notebook, cellulari, console 3D, se poi non riescono ad offrire al consumatore un prodotto “PERFETTO”.
    Finchè le cose rimarranno così, purtroppo, per me e moltissimi altri utenti, non ci resta altro che aspettare una nuova soluzione che rimpiazzi, o magari, “perfezioni” questo 3D.

  29. Salvatore-admin ha detto:

    No, sono occhiali 3d attivi e funzionano solo con i tv Panasonic Serie GT e VT

    @ mark, alex e alberto la vostra discussione è molto interessante, del genere che sempre dovrebbe animare questo blog, ma qui è fuori topic . Magari riassumo le posizioni in un articolo apposito dove poter proseguire la discussione.

  30. Salvatore-admin ha detto:

    Cerchiamo di fare un po’ di ordine. Questo articolo è dedicato alla differenza tra occhiali attivi e occhiali passivi per il 3D.

    Ho fatto un sunto della discussione sul 3D in generale e l’ho pubblicato in un articolo Discussione sul 3D che vi invito ad utilizzare se volete continuare …

    Ho anche tradotto l’articolo a cui faceva riferimento alex : le opinioni di Walter Murch

    Allora da qui in poi solo discussione su occhiali e tv 3d attivi/passivi

  31. claudio ha detto:

    ciao a tutti, volevo acquistare un samsung perchè mi piaceva il tv, effettivamente è bello anche spento, mi hanno chiesto 1549 euro, occhiali attivi compresi nel prezzo? zero, dovevo comprarli a parte, gli occhiali attivo vanno da un minimo di 59 euro ad un massimo di 99 euro, in casa siamo quattro quindi altri 240 euro, e se viene una coppia di amici? niente film 3d! ho acquistato un LG passivo costo 1100 euro 7 paia di occhiali compresi nel prezzo full led full hd contrasto 5000.000×1 si vede benissimo e non da nessun fastidio si vede in 3d da qualsiasi angolazione e in più posso vedere i programmi in 2d convertiti in 3d. per quanto mi riguarda ho fatto la scelta migliore!

  32. ciccionello ha detto:

    Concordo con Claudio,io ho provato tutte e due e l’effetto spettacolarità è uguale.
    Anche io ho un LG con occhiali passivi e oltre a essere economici danno,almeno a me meno fastido.
    Insomma è più comodo,niente batterie,niente costi aggiuntivi e stesso risultato e mi possono dire quello che vogliono,io li ho provati e riprovati tutti e 2 ,con lo stesso film e sono uguali,stesso effetto,con la differenza che quelli passivi hanno i vantaggi che ho descritto.
    Poi naturalmente ogniuno ha i suoi gusti.
    Poi non è che che sia un adoratore del 3d,ho preso la tv perchè c’era un offerta strepitosa e mi conveniva.
    Diciamo anche che gli occhiali attivi costano molto alle case,ma di certo costano di più al consumatore.

  33. Salvatore ha detto:

    Discussione estremamente utile ed interessante. Grazie a tutti

  34. Mino ha detto:

    Io ho un difetto visivo, ho un occhio miope e un altro ipermetrico ( non c’è limite alla forza della natura! ) questo mi comporta una difficoltà visiva non indifferente, ho diificoltà nella messa a fuoco in quanto i due occhi hanno fuochi diversi, sono andato al cinema a vedere un film in 3d (avatar) ma ho visto poco effetto, sono rimasto deluso, in molti centri commerciali mi sono fermato a guardare televisori con occhiali attivi 3d non ho visto niente di speciale, poi un giorno ho visto il televisore LG con gli occhialini usa e getta, sono rimasto di stucco ho visto finalmente cosa significa “3D” !!! STUPENDO ! ditemi quello che volete ma penso che il 3d passivo sia meglio dell’attivo e tra non molto tutti se ne accorgeranno, anche se noi non ce ne accorgiamo il nostro cervello quello sfarfallio (anche se a 60 hz)se ne accorge eccome ecco perchè ci viene il senso di nausea, mentre tutto cio non avviene con il passivo, scarsa luminosità? Sfido chiunque a dimostrare che guarda il suo televisore al 100% della luminosità, bassa risoluzione? Ma vi siete accorti a che velocità viaggiano i fotogrammi nei film di azione? E chi se ne accorge? Per me 3d passivo forever….

  35. erik ha detto:

    ecco la spiegazione piu chiara dei 2 sistemi!!
    http://www.youtube.com/watch?v=qrc-gfbUN60

    questo è il motivo del perchè i marchi più prestigiosi puntano all’attivo!

  36. Salvatore-admin ha detto:

    Il filmato spiega anche i concetti descritti nell’articolo, ma è molto di parte e commerciale. Non credo convincerà i fans del passivo.
    E comunque è di un anno fa e nel frattempo il 3d passivo è molto migliorato. Ho visto un tv di Toshiba con 3D passivo e devo dire mi ha colpito molto.

  37. Mario Dossi ha detto:

    nessuno ha mai capito il problema vero degli occhiali 3d attivi.perchè alcuni hanno mal di testa. la batteria sta al centro degli occhiali e crea un campo magnetico all’altezza della ghiandola ipifisaria.a lungo andare può creare problemi seri di salute.ma tanto ai venditori non gli e ne frega niente.un milione di volte meglio i passivi.

Leave a Reply

*

latv3d.it è un blog personale. latv3d.it non è una testata giornalistica. Il contenuto di questo sito deve intendersi come opinione personale. I commenti , anche se moderati, non sono da intendersi come approvati per il loro contenuto.

Scrivimi a info @ latv3d.it

Informazioni sui Cookies