Casinò online: il realismo delle sale virtuali ha superato le TV 3d  

Dopo i successi dei primi film in 3D, ci saremmo aspettati l’introduzione di questa tecnologia in ambiti più vasti, come quello dei videogame e dei casinò online. Per i videogiochi non possiamo parlare di successo, ma comunque c’è stato un tentativo di impiego da parte dei produttori, poi rivelatosi un flop.
Per le sale da giochi virtuali, invece, il realismo del 3D pare non essere stato proprio preso in considerazione. Cerchiamo di capire perché.

Primo problema: il flop dei televisori 3D

Uno dei motivi dello scarso successo dei televisori 3D è una incomprensione tra produttori di contenuti 3D e spettatori.

Dopo il successo di Avatar e molti altri film al cinema in 3D, i televisori 3D hanno iniziato a diffondersi nelle case, ma il mercato ha subito ben presto un brusco stop, perché gli spettatori casalinghi hanno trovato qualcosa di diverso da quello che si aspettavano.

Volevano immagini che sembrano uscire dai teleschermi, quasi da toccare. Ma questo è solo un effetto spettacolare ma quasi secondario del 3D.

Quello che Cameron e gli altri registi volevano trasmetterci con il 3D era l’assoluta qualità delle immagini, un realismo che coinvolgesse gli spettatori.

Il 3D è coinvolgimento, non effetti speciali.

Questa incomprensione sarà presto superata con la fine del 3D e l’arrivo nelle case dei televisori 4K, con immagini di una qualità eccelsa.

Realismo è la parola chiave di ogni intrattenimento. Cinema, videogiochi, ma anche parchi a tema cercano di coinvolgere lo spettatore fino a fargli credere di essere veramente al centro dell’azione. Oltre alle immagini anche il sonoro ha un compito fondamentale nel creare realtà virtuali.

Più riesci ad essere realistico, più riesci a coinvolgere il pubblico ed a farlo divertire e questo è propri il compito dei casinò online.

Divertimento significa calarsi mentalmente nella situazione e pensare di guidare davvero l’auto di Formula 1, o di fare un gol in rovesciata in uno stadio strapieno, o bluffare da professionista al tavolo del poker.

Nelle sale virtuali di gioco d’azzardo riuscire a coinvolgere il giocatore è fondamentale. Se non c’è realismo e coinvolgimento sembrerà di giocare ad un solitario di windows.

il casinò in tv

Perché i casinò online non hanno bisogno del 3D

I moderni siti di gioco online hanno il difficile compito di ricreare un ambiente credibile attraverso lo schermo. Il giocatore deve sentire la pallina che rimbalza sulla ruota dello roulette, deve restare ipnotizzato dallo scorrere delle immagini della slot machine, deve sentire la ruvidezza delle carte da poker e credere che stia giocando insieme ad altre persone, tutte intorno allo stesso tavolo da gioco, anche se fisicamente distanti centinaia di chilometri.

Quello che non è riuscito ai televisori 3d lo stanno facendo benissimo le sale da gioco virtuali: basta vedere, ad esempio, come funziona il casinò online di Winga nella modalità Live: l’esperienza di gioco online diventa reale grazie alla presenza di veri croupier, è proprio come essere seduti a un vero e proprio tavolo da gioco e con la webcam è possibile vedere il croupier che gestisce il banco distribuendo le carte del Blackjack o dando il via alla ruota della Roulette, interagendo con i giocatori.

Lo spettatore/giocatore entra davvero all’interno delle sale giochi, diventando esso stesso parte del gioco.

Casinò online: il realismo delle sale virtuali ha superato le TV 3d ultima modifica: 2016-12-28T16:03:09+00:00 da admin-Salvatore

Written by admin-Salvatore on dicembre 28th, 2016 # Filed under Tv 3d # No Comment #

Leave a Reply

*

latv3d.it è un blog personale. latv3d.it non è una testata giornalistica. Il contenuto di questo sito deve intendersi come opinione personale. I commenti , anche se moderati, non sono da intendersi come approvati per il loro contenuto.

Scrivimi a info @ latv3d.it

Informazioni sui Cookies