ed altre tecnologie per il divertimento a casa

Il 3D per la cura dell’occhio pigro  

Di bambini in relazione al 3D ne abbiamo sempre parlato per gli allarmi, piuttosto fondati, riguardanti la pericolosità della visione tridimensionale al cinema per i bambini più piccoli . E’ vivamente sconsigliata la visione di film in 3D sotto i 6 anni di età.

Adesso però da una ricerca dell’Università del Texas pubblicata sulla rivista della Società americana di oftalmologia pediatrica, abbiamo una riabilitazione, almeno parziale, delle immagini 3D verso i bambini .

Usando una particolare tecnica, il Cinema 3D diventa una cura efficace per l’occhio pigro, a cui i bambini si sottopongono molto volentieri.

L’occhio pigro, nome comune per l’ambliopia, è un’alterazione della visione dello spazio che si manifesta inizialmente durante i primi anni di vita. L’effetto principale è un comune deficit dell’acutezza visiva e si considera ambliope un occhio che abbia almeno una differenza di 3/10 rispetto all’altro. Ne è affetta circa il 2% di tutta la popolazione e il 4-5% dei bambini; essa è considerata una delle prime cause di deficit visivo nei giovani sotto i 20 anni. Una diagnosi precoce può, nella maggioranza dei casi, prevenire difetti permanenti.


Otto bambini ambliopici dai 4 a 10 anni di età sono stati arruolati in uno studio prospettico per guardare 3 film 3D a settimana, opportunamente modificati, per 2 settimane su un tv 3D passivo.

Sappiamo che gli occhiali 3d passivi mostrano a ciascun occhio una diversa versione del filmato, per creare l’effetto tridimensionale . In questo caso però in aggiunta le immagini mostrate all’occhio “pigro” erano ad alto contrasto, mentre quelle per l’occhio più forte erano a basso contrasto.

occhio pigro e film 3D a contrasto variatoSono stati creati versioni ad hoc di 18 popolari lungometraggi animati con questa particolare alterazione. Il contrasto per l’occhio da stimolare è stato inizialmente fissato a un livello ridotto che ha permesso la visione binoculare ed è stato poi incrementato del 10% ad ogni visita.

Il nuovo trattamento film assicura che l’occhio pigro ottiene la stimolazione visiva di cui ha bisogno per migliorare la visione e assicura che i due occhi cooperare per lavorare insieme.

Al termine delle due settimante l’acuità visiva è migliorata in modo significativo e tutti i bimbi presentavano un netto miglioramento delle condizioni iniziali .

Bisogna anche considerare che i bambini si sono sottoposti con maggior dedizione a questa cura divertente, rispetto al dover vivere con un occhio oscurato .

La visione passiva di lungometraggi a contrasto differenziato è fattibile e potrebbe essere un nuovo trattamento promettente per l’ambliopia infantile. Il miglioramento massimo che può essere raggiunto resta ancora da determinare. Non sono noti effetti collaterali associati a questo nuovo trattamento.

Il 3D per la cura dell’occhio pigro ultima modifica: 2015-10-23T18:52:32+02:00 da admin-Salvatore

Written by admin-Salvatore on Ottobre 23rd, 2015 # Filed under Tv 3d # No Comment #

Leave a Reply

*

Utilizziamo i tuoi dati solo per poter pubblicare il tuo commento.Leggi la pagina della privacy policy per sapere come proteggiamo i dati che inserisci per commentare. I commenti sono protetti da spam da Akismet. Leggi la privacy policy di Akismet per sapere come trattano i tuoi dati.

latv3d.it è un blog personale. latv3d.it non è una testata giornalistica. Il contenuto di questo sito deve intendersi come opinione personale. I commenti , anche se moderati, non sono da intendersi come approvati per il loro contenuto.

Scrivimi a info @ latv3d.it Informazioni sui Cookies Informazioni sulla Privacy Policy